UN SUPEROP PER TUTELARE LA SALUTE DELLO SPORTIVO

“Sport uguale Salute” è una locuzione molto diffusa e ormai consolidata nella coscienza comune.
Praticare regolarmente attività fisica ha innumerevoli vantaggi sul corpo e sulla psiche:  riduzione del rischio di malattie cardiovascolari episodiche e croniche, miglioramento e mantenimento del tono muscolare, controllo del peso e della pressione arteriosa, contrasto ai disturbi dell’umore e del sonno.

Chi pratica sport quotidianamente e in maniera agonistica sottopone però l’organismo a dei carichi, spesso molto importanti, i quali non producono solo i suddetti benefici ma comportano inevitabilmente usura, infiammazioni, processi ossidativi e più in generale stress organico.

I runner, più ancora dei ciclisti,  probabilmente sono i più consapevoli della propria  “non-invincibilità”: per chi corre tanto è piuttosto normale incappare in tendiniti e altre infiammazioni che nel tempo si cronicizzano e rendono necessario il riposo prolungato (nonché, talvolta, terapie).

Tuttavia le complicazioni dovute ad  un’inadeguata gestione dei carichi di allenamento sono piuttosto frequenti; il più delle volte ci si riesce a “fermare” prima che succeda qualcosa di realmente grave, ma il risultato è di non migliorare e di vivere l’attività fisica di preparazione ad una competizione, ad esempio, con affaticamento e stress.

La massima priorità per uno sportivo dovrebbe essere quella di non trasformare i benefici dell’attività fisica in danni a carico della salute.

Premesso che ci auguriamo che tutti coloro decidano di allenarsi in modo serio, con degli obiettivi sportivi precisi, lo facciano previo accertamento delle proprie condizioni di salute di base e in modo commisurato al proprio livello di allenamento, come è possibile avere una misura dell’impatto degli allenamenti sul nostro organismo?

Il sistema SuperOp è certamente in grado di aiutare lo sportivo a tenere monitorata la propria condizione.

La fisiologia alla base di SuperOp parte dal presupposto che organismo cerca di essere sempre in una condizione di equilibrio funzionale ideale di tutti i suoi sistemi; questa condizione è chiamata omeostasi. L’omeostasi cardiovascolare di un soggetto è generalmente definita attraverso i suoi valori tipici di pressione sistolica, diastolica, pressione media, pressione differenziale e frequenza cardiaca.

L’algoritmo di SuperOp, utilizza una finestra mobile di diverse settimane di misure mattutine di pressione arteriosa e frequenza cardiaca correlando molte decine di indici derivati, al fine di creare un profilo dell’omeostasi ideale dell’atleta .

Ad ogni misura, oltre a fornire nuovi dati al sistema per migliorare in precisione, ricava una valutazione di quanto l’organismo sia distante dalla sua personale omeostasi cardiocircolatoria ovvero in quale fase del ciclo Recupero-Supercompensazione si trovi l’atleta.

Quindi quanto più l’organismo è impegnato nei processi di Recupero, tanto più bassa sarà la sua capacità di beneficiare realmente da un nuovo carico di allenamento. Viceversa a Recupero avvenuto, la ricettività dell’organismo è massima e il soggetto torna alla sua omeostasi ideale.

La valutazione della condizione giornaliera è quindi uno strumento fondamentale per la salute dello sportivo perché gli permette di avere un controllo perfetto sul proprio allenamento così da applicare i carichi più pesanti solo quando l’organismo ha ripristinato nei tessuti periferici (muscoli, tendini, cartilagini, legamenti), le concentrazioni ottimali di tutti gli elementi utilizzati o consumati (sostanze energetiche, enzimi, sostanze tampone, ecc.), ristabilito l’equilibrio acido-base,  eliminato i metaboliti di scarto, e riparato e migliorato le strutture usurate o danneggiate.

L’attesa quindi dei tempi fisiologici di recupero e la modulazione dei carichi di allenamento sulla propria condizione consente quindi il miglior rapporto tra gli stress dell’allenamento e i suoi  benefici, con il vantaggio non solo del miglioramento prestativo ma della tutela della salute.

 

Dove acquistare SUPEROP? Clicca Qui

 

 

Veronika SuperOp

I commenti sono disabilitati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca qui per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi