Runner in 21 Giorni con SuperOp

Si chiama Massimo De Donno, è uno dei più noti esperti di apprendimento strategico in Europa. Ha ideato e sviluppato “Genio in 21 giorni”, un sistema che permette di creare il proprio metodo di studio e ottenere risultati efficaci nello studio. La sua ultima sfida è diversa da tutte le precedenti, e riguarda… la corsa! Massimo ha deciso di correre una maratona, anzi LA maratona, quella di New York, preparandosi in pochi mesi e partendo da zero. Per farlo, ha utilizzato le migliori competenze e tecnologie, tra cui naturalmente anche SuperOp, che nel libro definisce «Uno strumento fondamentale! È straordinario. Semplice da utilizzare… un alleato preziosissimo.»*

Massimo, da leader dell’apprendimento quale è, oltre ad usarlo,  SuperOp se lo è anche studiato bene; scrive infatti: “Frequenza cardiaca e pressione, quando interpretate correttamente, garantiscono informazioni molto importanti sulle attività di recupero in cui è impegnato l’organismo e che alterano l’equilibrio cardiocircolatorio. Il sistema cardiocircolatorio, infatti, è il principale incaricato del supporto alle attività di recupero. In particolare dei muscoli che hanno lavorato durante l’allenamento e che chiedono alla circolazione sanguigna di portare loro l’ossigeno e i nutrienti (enzimi, amminoacidi, glicogeno, sostanze tampone eccetera) di cui hanno bisogno per rigenerarsi. Come pure di eliminare i metaboliti prodotti durante il lavoro. […] I valori di pressione e frequenza cardiaca sono quindi strettamente correlati alle attività di recupero muscolare.”*

Come sa chi utilizza SuperOp, oltre al valore dell’allenabilità quotidiana, lo strumento offre un’altra indicazione fondamentale: il “Report” dei giorni precedenti. E un’informazione chiave, quella che permette di verificare la corretta alternanza di stimoli allenanti e di recupero, che permette cioè di modulare efficacemente l’allenamento per ottenere il massimo miglioramento, tutelando allo stesso tempo l’organismo. L’autore del libro lo ha compreso bene, così come ha apprezzato il valore del poter pesare oggettivamente l’effetto dei fattori esterni all’allenamento, come lo stress e le ore di sonno, sulla condizione, e lo sintetizza così: “La lettura di questo report è essenziale per comprendere come l’organismo risponde, quali tipi di lavoro richiedono più tempo e quali meno, quali altri fattori (sonno, alimentazione, stress) condizionano il recupero e come. Quindi, le informazioni ottenute con questi dati consentono non solo di modificare l’allenamento ma anche di intervenire sullo stile di vita. Migliorando così la forma fisica in breve tempo. Nei mesi successivi il suo utilizzo si rivela un aiuto anche sul piano della consapevolezza personale: l’atto della misura, il rispecchiarsi nel colore del mattino, il rapido pensiero sulla giornata precedente, la verifica delle sensazioni diventano un catalizzatore di autoconoscenza. E ti spingono a migliorarti. Un esempio? La mattina del mio record sui 10.000 alla Martesana, di fronte a un semaforo verde, mi sono detto: Massi, oggi puoi spaccare! E infatti…”*

Nel libro, Massimo racconta la sua preparazione, fino al giorno fatidico della Maratona, e al ritorno a casa. Il racconto è ricco di tanti spunti tecnici, di contributi di preparatori famosi, e di molti aneddoti, alcuni anche legati al nostro strumento. Consigliatissimo per chi vuole avvicinarsi alla corsa. Buona lettura!

* Su licenza di Mondadori Libri S.p.A. per il marchio Sperling & Kupfer

SuperOp

I commenti sono disabilitati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca qui per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi