Il triatleta Marco Madama parla di SuperOp

 

Marco Madama, Ironman Silvera AWA, è stato il primo triatleta italiano in assoluto ad adottare SupeOp. Gli abbiamo chiesto di raccontarci la sua esperienza.

Da tempo sentivo la necessità di uno strumento che mi indicasse la mia reale condizione fisica e che rispondesse ad alcuni quesiti che la maggior parte degli atleti si pongono: “Perché le mie sensazioni spesso non corrispondono al livello di performance che riesco a raggiungere durante l’allenamento o in gara? A volte ho la sensazione di stanchezza ma poi durante l’allenamento riesco comunque a fare lavori di notevole intensità. Altre volte, al contrario, ho la sensazione di essere in ottima condizione che poi non viene ulteriormente confermata dai valori espressi in campo.”

 Troppo spesso le sensazioni possono essere fuorvianti nella corretta programmazione dell’allenamento. Ancor più spesso si tende a rispettare un rapporto lavoro/recupero realizzato su “carta”, basandosi su linee guida generali indicate in fisiologia, senza però tener conto di quanto tali parametri siano variabili da soggetto a soggetto.
La grandezza di SuperOp consiste nel fornire quotidianamente all’atleta informazioni precise sul proprio stato fisiologico, sulla capacità di potere sostenere allenamenti ad alta intensità o, viceversa, sulla necessità di concedersi un adeguato recuperare.

Grazie a SuperOp ho modificato la mia programmazione e periodizzazione dell’allenamento. Oggi non scrivo più con largo anticipo i programmi di lavoro che andrò a svolgere in quanto non posso conoscere con precisione la mia condizione fisiologica di qui a una settimana.
Naturalmente ho bene in mente quale deve essere l’impostazione dei microcicli di allenamento che mi appresto a sviluppare ma il contenuto di ogni sessione di training viene determinato solo dopo aver preso coscienza di quella che è la mia reale condizione fisiologica ovvero la famosa “ricettività organica” che SuperOp mi indica quotidianamente.

Sono convinto che SuperOp rappresenti la nuova frontiera per coloro i quali intendano migliorare le proprie performance facendo esclusivamente ricorso ad una miglior gestione degli allenamenti.

5

© Copyright Triathlete, Editoriale Sport Italia | All rights reserved

 

Veronika Piovesan

Leave a Reply Text

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca qui per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi