I LIMITI DELLE TABELLE NELLA MASSIMIZZAZIONE DEL MIGLIORAMENTO

La chiave del miglioramento prestativo indotto dall’allenamento sta nel succedersi  con i giusti tempi di cicli di ALLENAMENTO-RECUPERO-SUPERCOMPENSAZIONE

La teoria è semplice: dopo ogni allenamento, l’organismo, nella fase di Recupero, prima ristabilisce le condizioni basali e successivamente migliora la qualità che è stata stimolata. Questo miglioramento è detto Supercompensazione.

Prima che il livello della qualità stimolata torni al suo valore iniziale, un nuovo allenamento determina un’ulteriore Supercompensazione, e quindi un ulteriore miglioramento!

Attenzione però! Un allenamento ha effetti diverse su un atleta a seconda della condizione in cui questo si trova!

Infatti due fattori sono fondamentali per determinare l’effetto che un allenamento ha realmente sull’organismo:

  • Il suo carico totale
  • Il momento in cui viene fatto (il «timing»)

Un allenamento induce una Supercompensazione, cioè un miglioramento della nostra prestazione solamente se il carico allenante è appropriato alla fase di Recupero-Supercompensazione in cui si trova in quel momento il nostro organismo: un carico eccessivo ci causerà un danno; un carico troppo leggero, non stimolerà a sufficienza la risposta migliorativa.

La nostra condizione varia nel tempo e dunque il timing è importantissimo. Infatti se un nuovo allenamento intenso avviene PRIMA che si verifichi la Supercompensazione, allora non vi sarà nessun miglioramento della qualità stimolata!! Addirittura un allenamento anticipato a PRIMA che si sia ristabilito il livello basale determina un peggioramento . Dunque un timing sbagliato rende l’allenamento inutile o dannoso!

Le tabelle di allenamento sono basate su stime del «tempo medio» di recupero e Supercompensazione. Ma nessuno di noi è davvero «l’atleta medio». Ciascuno di noi ha le proprie caratteristiche genetiche e organiche («il motore»), il proprio stile di vita e di allenamento. E tutti questi fattori influenzano i nostri tempi di recupero in modo piuttosto imprevedibile.

A rendere più complessa la situazione c’è il fatto che i tempi di recupero per uno stesso soggetto variano di volta in volta. Infatti uno stesso allenamento in situazioni differenti può determinare risposte differenti. Inoltre recupero e condizione sono influenzati anche da fattori diversi, quali le ore di sonno, , la malattia e l’alimentazione e lo stress psicofisico della vita lavorativa e famigliare.

Le tabelle fisse semplicemente non possono prevedere in quale condizione ci troviamo realmente dato che la nostra condizione è soggetta a tutte le variabili sopra indicate.

Per dirla con il parallelismo della sete, la tabella non può sapere con precisione quanta sete di allenamento ha il tuo organismo oggi perché non può tenere conto di tutti i fattori extra allenamento che influenzano la tua «sete» (cioè la tua condizione).

SuperOp è proprio quel 6° senso della sete di allenamento che finalmente ci permette di riprendere in mano il controllo del nostro allenamento e adattare le tabelle di allenamento alle nostre reali caratteristiche e renderle più efficaci.

Per concludere:

L’intervallo tra un allenamento ed il successivo e l’entità dell’allenamento stesso sono variabili strettamente individuali, legate alle caratteristiche del soggetto, a quelle della seduta di allenamento effettuata e da fattori come stress, sonno e alimentazione. Le tabelle di allenamento statiche non possono tenere conto della tua unicità di individuo, di sportivo e del tuo stile vita.

Dunque per avere un esperienza d’allenamento superiore: più piacevole, più sana e più efficace è fondamentale usare uno strumento come SuperOp.

 

 

Dove acquistare SUPEROP? Nei negozi oppure Clicca Qui

SuperOp

Leave a Reply Text

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca qui per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi