L’esperienza del Campione Europeo 2014 di Maratona Daniele Meucci

Daniele Meucci, il più forte maratoneta italiano del momento, si è aggiunto da qualche mese al nutrito gruppo di grandi atleti che utilizzano SuperOp. Daniele, in forza al Gruppo Sportivo Esercito, ha partecipato alle olimpiadi di Londra 2012 e Rio 2016, e a diverse edizioni dei mondiali di atletica e dei campionati europei dove ha vinto molte medaglie in pista, nei cross e soprattutto su strada.

In aggiunta all’eccezionale valore sportivo, la sua esperienza è di particolare valore perché, oltre ad essere runner professionista, Daniele Meucci è anche ingegnere, e con un dottorato in automazione robotica: un occhio potenzialmente severo quindi anche sugli aspetti tecnologici del nostro sistema. Lo abbiamo contattato e chiesto se avesse piacere di rispondere a qualche domanda.

Daniele, grazie della tua disponibilità. Prima di tutto, una curiosità: hai collezionato molte vittorie in carriera, quale è stata la più bella?

“Certamente il primo posto alla maratona di Zurigo nel 2014 che mi ha laureato Campione Europeo, in una gara che porterò sempre nel mio cuore non solo per la vittoria ma anche per come sono riuscito a gestirla.”

So che da qualche tempo hai adottato SuperOp. Come ti stai trovando?

“Si lo sto utilizzando da diversi mesi e devo dire che si tratta di un ottimo strumento per capire il livello di stress metabolico giornaliero, mi permette di valutare se sono pronto per spingere a fondo o devo tirare un po il fiato. Chiaramente non si sostituisce all’allenatore e ai suoi programmi ma aiuta a gestire al meglio gli allenamenti.”

Ma è uno strumento solo per professionisti?

Ma no, il suo funzionamento è semplice! E’ una specie di orologio da polso, che si indossa una sola volta al giorno al mattino. Ti misura ogni giorno battito cardiaco e pressione e tramite una semplice applicazione valuta la tua condizione su una scala da 0 a 100%. Un prodotto utile che aiuta a migliorare i tuoi allenamenti.

Daniele Meucci, allenato da Massimo Magnani, già Direttore Tecnico della FIDAL, è reduce da un infortunio avvenuto proprio alle Olimpiadi di Rio e che lo ha tenuto lontano dalle gare per otto mesi.

Con pazienza e tenacia Daniele ha lavorato duramente ed è finalmente tornato a gareggiare a Marzo di quest’anno a Gubbio dove ha subito vinto il Titolo Italiano di Cross a ulteriore dimostrazione del suo talento e della sua determinazione!

Diversi gli appuntamenti in programma, il più importante dei quali sono i Mondiali di Maratona in agosto a Londra.

In bocca al lupo Daniele!

SuperOp Team

Leave a Reply Text

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca qui per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi