CS | ORLANDINA BASKET SCEGLIE SUPEROP PER ALLENARE AL MEGLIO I PROPRI GIOCATORI

L’innovativa soluzione che segnala la condizione quotidiana dell’atleta, entra nella dotazione della squadra di Capo d’Orlando che milita nella Serie A1 di pallacanestro. SuperOp si dimostra così uno strumento valido non solo per affiancare l’allenamento di atleti di discipline singole, ma aiuta anche i preparatori atletici di sport di squadra che devono declinare il piano di allenamento su più giocatori con caratteristiche organiche anche molto diverse.

L’obiettivo di ogni allenatore è portare al meglio la condizione fisica del proprio atleta, condurlo al momento della gara nella migliore forma possibile. Se tutto ciò è complicato nel caso di discipline singole come l’atletica leggera, il nuoto o il ciclismo, figuriamoci nel caso di sport di squadra: dal calcio al volley, dalla pallanuoto al basket il problema è sempre lo stesso, ma moltiplicato per il numero dei giocatori in campo. Come è possibile pianificare una preparazione fisica per un gruppo di ragazzi che reagiscono in modi e in tempi diversi allo stesso stimolo allenante?

La soluzione Made in Italy
È quello che si sono chiesti alla Orlandina Basket, formazione di Capo d’Orlando che milita nella massima divisione del nostro campionato di pallacanestro, che di fronte a questa domanda hanno scelto di avvalersi di una soluzione innovativa e unica nel suo genere: SuperOp.
Frutto dell’esperienza ventennale del professor Marco De Angelis dell’Università dell’Aquila e di una start-up innovativa con base a Reggio Emilia, SuperOp è una
proposta sofisticata nell’algoritmo di misura del carico interno dell’atleta, ma estremamente semplice nell’utilizzo, in grado di risolvere il problema principale di tutti i programmi di preparazione fisica: conoscere la reale condizione di ogni singolo giocatore e somministrargli il programma di allenamento giornaliero più adeguato.

Alla mattina la risposta
Un programma giornaliero? Diverso da giocatore a giocatore? Si certo. Vediamo come. SuperOp è composto da uno sfigmomanometro sottile da polso e di una app per smartphone, e utilizza un complesso calcolo statistico-matematico che elabora i valori di pressione minima e massima e il battito cardiaco rilevato al mattino prima di alzarsi dal letto: si tratta di tre parametri fortemente legati allo stress metabolico indotto dalle attività di recupero e supercompensazione che seguono un allenamento e che SuperOp elabora per indicare poi il carico di lavoro ottimale per l’allenamento della giornata.

La parola al preparatore atletico

Da alcuni giorni lo staff tecnico dell’Orlandina Basket si avvale delle indicazioni fornite da SuperOp per determinare il carico allenante dei singoli giocatori.
«SuperOp è una soluzione che ci consente di monitorare quotidianamente il livello di stress metabolico di ogni giocatore del nostro roster e migliorare conseguentemente la programmazione della sua attività fisica – ha commentato Salvatore Poma preparatore atletico della Betaland Capo d’Orlando – ed è uno strumento che ci permetterà di fare ancora un altro piccolo passo avanti in direzione di una pianificazione sempre più precisa degli allenamenti». Attraverso la funzione Trainer Vista il preparatore atletico vede al mattino la risposta di SuperOp di ogni singolo giocatore e prima ancora di entrare in palestra, ha le idee chiare sul carico allenante da affidare a ogni singolo componente della squadra.
«Ognuno dei giocatori ha in casa un dispositivo attraverso il quale ogni mattina fa una misurazione e il dispositivo inoltra automaticamente i valori alla app sullo smartphone che produrrà in una scala cromatica la condizione dell’atleta – conclude Salvatore Poma – e tutto questo ci fornisce la possibilità di valutare la reazione al carico di allenamento del giorno prima con lo scopo di avere dei dati sempre più precisi sugli effettivi valori di condizionamento o di stanchezza del singolo giocatore. Con SuperOp l’obiettivo sarà avvicinarsi alla settimana “perfetta” di ogni atleta, riducendo il rischio di sovraccarico o poco sforzo».

CAPO D’ORLANDO 29 GENNAIO 2017 BASKET SERIE A BETALAND CAPO D ORLANDO – UMANA REYER VENEZIA NELLA FOTO Drake Diener FOTO CIAMILLO

Informazioni per il pubblico:
Wellness & Wireless Srl
Via Fratelli Cervi 80, 42124 Reggio Emilia
www.wellnessandwireless.com

Informazioni per i media:
Ufficio stampa SuperOp a cura di LDL COMunicazione
via Quinto Alpini, 4 – 24124 Bergamo
Tel. +39 035.4534134 / Tel. +39 035.346525
Per informazioni alla stampa:
Silvia ZAMBELLI
silvia@ldlcom.it – mobile:+39 331.1594583

Veronika Piovesan

Leave a Reply Text

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *