Come il trainer Vito Nacci usa SuperOp e fa vincere il suo Team

Ho iniziato ad utilizzare il SuperOp un anno fa circa, mi sono subito reso conto che era rivoluzionario. Prima usavo altre tecniche come il solo battito cardiaco e l’ HRV,  però erano difficili da praticare ogni giorno con un metodo standard da far utilizzare a tutti i miei atleti. Con il SuperOp è molto semplice, veloce e sorprendentemente preciso.

Personalmente l’utilizzo del SuperOp mi ha permesso di ritornare a gareggiare dopo un po di tempo nel mio sport preferito, il Triathlon. Questo è stato possibile perché ogni allenamento è diventato un momento di piacere. Negli ultimi tempi era diventato stressante e frustrante allenarsi per gareggiare, ogni giorno dovevo seguire delle tabelle create benissimo ma non sempre corrispondevano alla mia capacità di allenarmi in quel giorno; quando dovevo fare esercizi di qualità e non riuscivo a svolgerli come avrei dovuto mi innervosivo, riportavo questa mia frustrazione anche sul resto delle mie attività quotidiane. La sera prima andavo a letto con il pensiero dell’allenamento da fare, oggi invece è sempre un piacere, mi sono preparato una scheda a colori e la mattina senza farmi troppi problemi decido quale fare. Ogni allenamento risulta proficuo ed aumentata la mia autostima ed entusiasmo, per questo mi è ritornata la voglia di gareggiare.

Il mio lavoro però è quello di Preparatore atletico/allenatore. Come sempre faccio, dopo aver provato su di me la bontà di una nuova tecnologia la riporto ai miei atleti. Oggi una ventina dei miei atleti usa quotidianamente il SuperOp e questo ha reso il mio lavoro più proficuo. Riesco a personalizzare i loro allenamenti, insieme troviamo quelle abitudini anche alimentari e di riposo che gli permette di raggiungere il Verde. Quindi gli personalizzo le schede a colori e anche per loro è diventato più entusiasmante allenarsi, sono ormai padroni delle loro sorti.

Riusciamo a trovare il giusto equilibrio tra le varie componenti, che non sono solo schede di allenamento, ma anche ore di sonno, corretta alimentazione, stile di vita corretto che ci porta al verde.

I risultati erano già ottimi ma ultimamente ci stiamo superando come team, domenica scorsa in una dura gara di trail abbiamo confezionato vittorie assolute e di categoria.

La differenza tra le vittorie di ieri ed oggi sta nel minor stress per raggiungerli, gli atleti alla fine della gara erano sereni e pronti a riprendere gli allenamenti il giorno dopo.

Credo che il SuperOp sia fantastico nella gestione del mio gruppo di atleti, nei giorni scorsi ho valutato che un atleta non rispondeva nel modo in cui doveva, era troppo bloccato sull’arancione, abbiamo analizzato e visto che non stava dormendo bene ed a sufficienza, ovviamente abbiamo trovato i correttivi. Un’altro, anche lui spesso in arancione, aveva cambiato orari di lavoro e non riusciva ancora ad abituarsi. Un’altro ancora, troppo fermo sul verde, ed ho visto che non si stava spremendo a dovere.

Oggi posso dire che non saprei più fare a meno del SuperOp e non riuscirei più ad allenare impostando nel modo classico con le giornate prestabilite, lunedì riposo, martedì ripresa dei lavori, mercoledì esercizio tecnico, etc etc.

 

Vito Nacci Trainer
Istruttore di atletica leggera presso la Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) e di triathlon presso la FITRI (Federazione italiana di Triathlon).
Nutrizionista sportivo, regolarmente iscritto al prestigioso albo I.S.S.N. (International Society Of Sports Nutrition).
Atleta di triathlon e podismo. 

http://www.vitonaccitrainer.it/

SuperOp

Leave a Reply Text

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca qui per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi