C.S. | IL NUOTO ELITE AL SETTE COLLI CON VISTA SU RIO …GRAZIE A SUPEROP

Dal 24 giugno la meglio gioventù del nuoto si ritrova a Roma per lo storico appuntamento del Sette Colli, ultima occasione utile per staccare un biglietto per Rio de Janeiro e partecipare alle Olimpiadi. Abbiamo incontrato Mario Di Massimo e Gianluca Valeri, due allenatori che a bordo vasca seguono atleti di interesse nazionale e che ci raccontano la propria esperienza con l’utilizzo di SuperOp per valutare i carichi di lavoro giornalieri dei propri nuotatori.

In queste ore gli atleti del nuoto rifiniscono la preparazione in vista dei Giochi Olimpici di Rio 2016, e per staccare gli ultimi biglietti a disposizione per il Brasile sono in molti che punteranno al tempo di qualifica al Trofeo Internazionale di Nuoto Sette Colli in programma a Roma dal 24 al 26 giugno, e giunto alla 53esima edizione.

Per arrivare a questi eventi al top della forma fisica, la programmazione degli allenamenti quotidiani è decisiva ai fini di una buona performance e oggi i nuotatori possono contare su un vero e proprio alleato: SuperOP Supercompensation Optimizer, la soluzione italiana che aiuta atleti e allenatori nelle scelte dei carichi di lavoro.

Ne abbiamo parlato con due esperti allenatori, Mario Di Massimo della polisportiva VerdeAqua e Gianluca Valeri, preparatore atletico di Lisa Angiolini, nella top ten delle atlete italiane, sotto i riflettori proprio al Sette Colli di Roma, che da tempo si allena con SuperOp.

 

IN COSA CONSISTE

SuperOp è una soluzione composta da hardware e una app che, grazie ad un complesso algoritmo, valuta alcuni parametri legati allo stress organico-metabolico dell’organismo, causato prevalentemente – ma non solo – dagli allenamenti. Con una sola misura al mattino di battito e pressione sanguigna, SuperOp è così in grado di determinare la condizione quotidiana dell’organismo e di conseguenza di suggerire il carico più appropriato per l’allenamento della giornata, cioè il volume di lavoro che ottimizza il processo di supercompensazione che sta alla base del miglioramento della performance. SuperOp è di assoluta facile lettura: il responso mattutino è basato su un colore (verde, arancione, giallo e rosso) che determina il carico allenante suggerito all’atleta.

 

I PUNTI DI FORZA DI SUPEROP SECONDO I DUE COACH

«SuperOp è un punto di forza per l’allenatore che gestisce gli atleti – sottolinea Mario Di Massimo – estremamente utile nella programmazione dei macrocicli di allenamento, e in un certo modo rivoluzionando la periodizzazione». Tuttavia, uno degli aspetti che un allenatore deve valutare è “capire” la condizione dell’atleta sulla base delle sue percezioni e delle impressioni che lo stesso allenatore avverte: «Un aspetto non facile, ma noi con SuperOp facciamo tesoro della scienza applicata all’allenamento» conclude il coach della polisportiva VerdeAqua.

Conferma il giudizio positivo anche Gianluca Valeri: «SuperOp è in grado di darci un’immagine precisa della condizione dell’atleta e, dettaglio non secondario, in modo tempestivo» e su questo aspetto legato alla tempistica l’allenatore di Lisa Angiolini è estremamente chiaro: «Prima si procedeva con esami del sangue che tuttavia non permettevano di valutare la situazione e di agire in tempi brevi, rischiando anche un peggioramento, poiché non si somministrava all’atleta il giusto carico allenante». Gianluca Valeri è il preparatore di Lisa Angiolini, atleta che ha riportato brillanti risultati ai Campionati Assoluti di aprile, piazzandosi al quarto posto assoluto nei 100 rana e meritandosi l’appellativo “sorpresa Angiolini” da parte dei telecronisti Rai. «SuperOp, abbinato all’esperienza a bordo vasca dell’allenatore che conosce bene i suoi atleti, è decisamente d’aiuto» chiosa Valeri.

 

COME GLI ATLETI REAGISCONO A SUPEROP

SuperOp, come tutti gli strumenti scientifici, necessita di una interpretazione dei risultati. «Inizialmente c’era molto condizionamento mentale per via della novità, se gli atleti non vedevano un verde pieno si scoraggiavano e percepivano la loro condizione fisica nel modo sbagliato – confessa Mario Di Massimo – ed è in questa fase che arriva l’esperienza dell’allenatore, che utilizza il colore di SuperOp per dosare proprio l’allenamento, aiutando non poco a gestire la pressione psicologica». Se utilizzato nel modo giusto, la soluzione rappresenta un grande stimolo, che ha consentito a numerosi atleti di sentirsi più motivati: «In alcuni casi abbiamo impedito agli atleti di abbandonare la disciplina del nuoto!» come ha confermato il coach della VerdeAqua.

«Ora gli atleti reagiscono meglio e ne sono entusiasti, perché hanno capito che i risultati di SuperOp vanno interpretati, necessitano di una valutazione consapevole, e io li aiuto proprio in questo. A prescindere da tutto, in questa disciplina, va forte chi si fida ciecamente dell’allenatore, è importantissimo affidarsi alla sua esperienza».

Anche Gianluca Valeri riporta pareri positivi: «Si dice che il nuoto sia per certi versi più duro rispetto ad altri sport: l’acqua fa resistenza, e se non sei in forma in vasca resti fermo». E a sottolineare la sua opinione, Valeri parla della sua atleta: «Lisa si allena 11 volte a settimana e SuperOp mi aiuta a comprendere la condizione fisica nella quale si trova, tenendo in considerazione anche altre variabili non riscontrabili, e la tempestività della valutazione è tutto per programmare l’allenamento giornaliero».

 

PROGRAMMA GARE 7 COLLI:

 

Venerdì 24 giugno
Mattina: Batterie dalle 09.00 alle 13.00
Pomeriggio: Finali A dalle 17.00 alle 19.00

50 back M & W – 400 free M & W – 100 breast M & W 200 fly M – 100 fly W – 50 free M & W  – 1500 free W – 800 stile libero maschile

 

Sabato 25 giugno
Mattina Batterie dalle 09.00 alle 13.00
Pomeriggio Finali A dalle 17.00 alle 19.00

100 fly W – 200 fly M – 100 back M & W – 400 medley M & W – 100 free M FINP “Open” categorie di disabilità da S6 a S14 – 100 free W – 200 free M – 50 breast M & W – 800 free W – 1500 free M

 

Domenica 26 giugno
Mattina Batterie dalle 09.00 alle 13.00
Pomeriggio Finali A dalle 17.00 alle 19.00

200 back M & W – 50 fly M & W – 200 breast M & W – 100 free W FINP “Open” categorie di disabilità da S6 a S14 – 100 free M – 200 free W – 200 medley M & W – 800 free M

 

Maggiori informazioni su www.super-op.com

 

Informazioni per il pubblico:

Wellness & Wireless Srl

Via G. Degani 1, 42124 Reggio Emilia

www.wellnessandwireless.com

 

Informazioni per i media:

Ufficio stampa SuperOp a cura di LDL COMunicazione

via Quinto Alpini, 4 – 24124 Bergamo

Tel. +39 035.4534134 / Tel. +39 035.346525

Per informazioni alla stampa: Silvia ZAMBELLI  silvia@ldlcom.it

Tel. 331 1594583

 

 

About Wellness & Wireless Srl

È nel 2012 che Maurizio Binello e Paolo Gambini decidono di dare vita a Wellness & Wireless, una società in grado di sviluppare un approccio rivoluzionario alla cura e al benessere psicofisico della persona nella sua totalità. SuperOp è il secondo servizio lanciato da Wellness & Wireless e nasce da oltre 20 anni di ricerca del professor Marco De Angelis sulla fisiologia dello sport e da oltre cinque anni di applicazione su atleti olimpici. Nel 2014, Wellness & Wireless è stata la prima azienda italiana a lanciare un servizio di coaching personale e mobile per lo stile di vita dal nome YuKenDu, rivolto a persone sane che desiderino tornare in forma. Wellness & Wireless ha tra i propri soci diversi investitori privati ed il Fondo Ingenium Emilia-Romagna.

 

About SuperOp Technical Advisory Board

Lo sviluppo della soluzione SuperOp è basato sul contributo incrociato di un comitato tecnico multidisciplinare presieduto dal Professor Marco De Angelis e che oltre a Sandro Damilano per la disciplina della marcia, include, per l’Atletica Elio Locatelli, per il Podismo Luciano Gigliotti, per il Calcio Stefano D’Ottavio, per la Canoa/Kayak Guglielmo Guerrini, per il Canottaggio Riccardo Dezi, per il Ciclismo Dario Broccardo, per il Nuoto e Pentathlon Andrea Passerini, per lo Sci di Fondo Roberto Campaci, per il Tennis Fabrizio Panella, per il Triathlon Fabio Vedana. A questi si aggiungono Stefano Tamorri e Manuela Benzi specialisti di psicologia dello sport.

 

SuperOp

Leave a Reply Text

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Continuando a navigare, accetti l'utilizzo dei cookie. Clicca qui per maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi